trigliceridi e colesterolo

Colesterolo trigliceridi sono due tipologie di grassi contenuti nel nostro organismo, molto importanti per il suo corretto funzionamento. Purtroppo però, se i loro valori sono troppo elevati, possono trasformarsi in un problema per la nostra salute.

Impariamo allora a conoscerli meglio!

Il colesterolo è un lipide indispensabile per un corpo in salute, poiché svolge molte funzioni. Infatti, è un componente delle membrane cellulari, ed è il precursore della vitamina D, dei sali biliari e degli ormoni steroidei. In minima parte viene assunto con l’alimentazione (circa il 20% del totale) ma la maggior parte viene prodotto autonomamente dall’organismo.

trigliceridi, invece, sono così chiamati perché sono formati da 3 catene di grassi legati ad una molecola di glicerolo. Rappresentano un’importante fonte di energia per l’organismo e sono la principale forma in cui i grassi compaiono in natura.

Entrambi questi grassi, per essere trasportati nel sangue, hanno bisogno di legarsi a delle specifiche proteine, chiamate lipoproteine, ed in particolare alle:

  • Lipoproteine ad alta densità (High Density Lipoproteins, HDL) anche dette “colesterolo buono” perché rimuovono il colesterolo in eccesso e lo portano al fegato dove viene eliminato, agendo come una sorta di “spazzino” delle arterie. Quindi, elevati livelli di colesterolo “buono” non sono negativi ma aiutano a proteggere il benessere delle arterie, mentre bassi livelli aumentano il rischio di patologie cardiovascolari.
  • Lipoproteine a bassa densità(Low Density Lipoproteins, LDL) anche dette “colesterolo cattivo”. Sono il principale vettore del colesterolo nel sangue ed hanno l’importante funzione di trasportarli e distribuirlo a tutti gli organi. Il problema è che se i livelli di colesterolo LDL sono troppo elevati, questo inizia a depositarsi sulla parete interna delle arterie, dando origine nel tempo a placche aterosclerotiche, innalzando fortemente il rischio di problemi cardiovascolari.
  • Lipoproteine a densità molto bassa(Very Low Density Lipoproteins, VLDL) queste sono, invece, le proteine che trasportano i trigliceridi nel sangue. Anche se elevati livelli di trigliceridi non favoriscono direttamente la formazione di placche aterosclerotiche, sono però spesso associati ad alti valori di colesterolo cattivo e a bassi livelli di colesterolo buono, e ad altre malattie come l’obesità e il diabete.

È, perciò importante fare in modo che i livelli di colesterolo e trigliceridi restino entro i valori raccomandati che sono:

colesterolo totale       inferiore a 200 mg/dl

colesterolo-HDL         superiore a 40 mg/dl

colesterolo-LDL          inferiore a 130 mg/dl

non superiore a 160 mg/dl

trigliceridi               inferiori a 200 mg/dl

Qualora i valori non dovessero rientrare in tali limiti è importante rivolgersi al proprio medico di fiducia che valutarà la terapia più idonea, partendo innanzitutto da una modifica della propria dieta, limitando il più possibile i cibi particolarmente ricchi di grassi saturi.

Per ridurre i valori del colesterolo è anche importante svolgere una moderata ma regolare attività fisica, e abolire il fumo e l’alcool che possono peggiorare ulteriormente la situazione.

Queste sono le principali informazioni su colesterolo e trigliceridi, un campo estremamente ricco di variabili. Hai qualche particolare dubbio o curiosità su questo argomento? Contattaci tramite i nostri canali web o vieni a trovarci in sede, lo staff della Farmacia Distefano sarà ben lieto di mettere le sue competenze a tua disposizione… ti aspettiamo