mal di primavera

Hai mai sentito parlare di “mal di primavera”?

Con il cambio di stagione è normale avvertire un senso di sonnolenza, spossatezza, stress e poca concentrazione. Clinicamente, questa condizione si definisce con il termine di astenia (dal greco “stenos” ovvero “mancanza di forze”) e colpisce in media due persone su dieci.

La prima regola per combattere l’astenia è quella di seguire abitudini di vita corrette, dieta sana ricca di frutta e verdura, e soprattutto movimento. L’esercizio fisico, oltre ad apportare numerosi benefici per la salute, è un toccasana anche per lo stress (sotto sforzo infatti si producono le famose endorfine, gli ormoni della felicità) e per il cervello (migliora infatti l’irrorazione sanguigna).

Un valido aiuto ci viene offerto dalla Natura. Le cosiddette piante tonico-adattogene, come GinsengEleuterococco e Rodiola, forniscono infatti principi attivi molto utili per sostenere il nostro organismo in caso di stress sia fisico che mentale.

Anche le Vitamine del gruppo B contribuiscono alla riduzione di stanchezza e affaticamento, mentre la Pappa Reale aumenta la vitalità e lo stato di benessere psicofisico.

Un altro rimedio naturale da non trascurare in questo periodo è il carciofo. Quest’ultimo, infatti, è una fonte importante di elementi preziosi per il nostro organismo, come vitamine, flavonoidi, oligoelementi e sali minerali che possono aiutare il nostro benessere quotidiano.

Il carciofo favorisce la digestione, allevia il senso di pesantezza e stanchezza ed è utile per i processi depurativi dell’organismo e contrasta inoltre la stitichezza.

PRIMAVERA, ALLERGIE & CO

Il mal di primavera colpisce gran parte della popolazione, ma tra i soggetti più a rischio ci sono sicuramente gli allergici, che in questo periodo vivono un forte stress. Semplificando, possiamo definire l’allergia una reazione anormale del sistema immunitario a uno stimolo che normalmente non dovrebbe scatenare reazioni particolari. I fattori scatenanti possono essere: ambientali, ereditari, abitudini, fumo, stress, inquinamento, igiene, ecc. Alcuni dei problemi legati più spesso alle allergie sono la rinocongiuntivite allergica, l’asma allergica e la dermatite atopica.

Anche per i soggetti allergici, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, in quanto alcuni alimenti sono in grado di ridurre i sintomi e persino l’intensità delle allergie stagionali, mentre altri li peggiorano. Latte e latticini, ad esempio, andrebbero ridotti o eliminati, perché si tratta di alimenti ricchi di istamina che aggravano tutti i sintomi respiratori. Possono provocare, inoltre, un’ipersecrezione di muco, causando problemi di respirazione e irritazione della gola. Si sconsigliano anche i cibi piccanti e l’alcol; al contrario sono altamente consigliate frutta e verdura di stagione, in particolare quelle ricche di Vitamina C.

Le gemme di Ribes nero e Rosa canina possono dare all’alimentazione un supporto importante. Il Ribes nero ha un’azione simil-cortisonica con proprietà antinfiammatoria e antiallergica. La Rosa canina agisce soprattutto a livello delle vie respiratorie, quando compaiono i primi sintomi. Anche l’utilizzo dei giovani getti di Rosmarino supporta il fegato con un’azione regolatrice sugli ormoni dell’adattamento e della resistenza allo stress.

Non esitate, dunque, a chiederci qual è il rimedio più adatto a voi per affrontare al meglio questa stagione. Buona primavera!

https://www.farmacistipreparatori.it/

https://www.my-personaltrainer.it/farmacologia/allergie-70.html