controllo gratuito gambe

Questo periodo di isolamento rappresenta una sfida per rimanere fisicamente attivi. Abbiamo già parlato del fatto che fare attività fisica tra le mura di casa è possibile, tuttavia siamo tendenzialmente molto più sedentari, basti pensare che ora che non usciamo di casa se non per necessità, stiamo molto più seduti e percorriamo, ad esempio, pochissimi tratti di strada a piedi e molti di noi lavorano in smart-working, passando quindi poco tempo in piedi.

La sedentarietà che contraddistingue questo periodo può farci avvertire una sensazione di maggiore pesantezza degli arti: questo avviene per una microcircolazione che non è messa nelle condizioni di funzionare al meglio.

Che cos’è il microcircolo e come funziona

Possiamo immaginare il nostro apparato circolatorio come un sistema stradale complesso e perfettamente organizzato. Dalle autostrade, le vene e le arterie principali, il sistema circolatorio si spinge fino alle “viuzze” più strette, i capillari (che, pensiamo, sono quasi 2 miliardi!).
Il microcircolo include anche i capillari linfatici che, inseriti negli spazi tra le cellule, hanno il compito di drenare il liquido extra-cellulare, rimuovendo le sostanze di scarto.

Microcircolo e gonfiore degli arti: le cause e gli effetti

La microcircolazione ha quindi una funzione importante di corretto movimento del sangue. Se questo sistema diventa meno efficiente, a causa ad esempio di lunghi periodi sedentari, un’alimentazione scorretta e poco bilanciata, situazioni di stress emotivo, ci possiamo ritrovare in una condizione di stasi dei liquidi che, visivamente, si traduce nel gonfiore degli arti.
L’effetto quindi di una microcircolazione sanguigna che ha bisogno di essere riattivata si manifesta soprattutto alle estremità del corpo, con mani e piedi freddi, gambe gonfie, pesanti e dolenti.

Vene varicose: che cose sono?

Le vene varicose o varici si manifestano quando le vene non riescono a pompare correttamente il sangue verso il cuore. In questa condizione il sangue ristagna, la vena si riempie e si dilata e può apparire color carne, viola scuro o blu, maggiormente nella parte interna delle gambe o nei polpacci.

I capillari, invece, si formano generalmente nella parte alta del corpo, viso compreso. Si presentano come vene blu e rosse raggruppate come una ragnatela.

I sintomi che si possono avere sono: pesantezza e dolore alle gambe con gonfiore ai piedi e alle caviglie, ma anche crampi e pruriti. I sintomi peggiorano con calore ed umidità.

Gli attivi e i cosmetici che danno un aiuto in più

Applica sulle gambe delle creme ad azione drenante in grado di alleviare il senso di gonfiore. Preferisci delle formulazioni in gel ad effetto “freddo” per un’azione tonificante intensiva.

Ricorda che esistono degli attivi naturali utili per il drenaggio dei liquidi corporei come ad esempio il Tè verde e il Meliloto: Il Tè verde esercita un’attività antiossidante, il Meliloto risulta utile anche per la funzionalità del microcircolo e della circolazione venosa.

La Centella e la Vite sono utili per sostenere la funzionalità del microcircolo anche in presenza di pesantezza delle gambe.

La vitamina C contribuisce alla normale formazione del collagene, importante per la normale funzione dei vasi sanguigni. La sua azione antiossidante è utile anche per proteggere i vasi dall’azione dei radicali liberi.

Svolgere regolare attività fisica è un buon modo per farci sentire meglio e sostenere le nostre difese: ora più che mai è importante prenderci cura di noi stessi.

Vieni a trovarci in farmacia giorno 30 Aprile. Il nostro esperto, tramite un controllo gratuito, valuterà lo stato di salute delle tue gambe e indicherà il rimedio giusto per te!